Parco subito! Necessaria la variante al Piano Interventi

A distanza di 13 anni dall’accordo urbanistico che ha portato una devastante colata di cemento sui Pomari, la nostra battaglia continua. Lo scorso marzo il Piruea Pomari è finalmente scaduto e grazie anche alle nostre mobilitazioni il privato non è ancora riuscito a completare le costruzioni previste. Allo stesso tempo le nostre continue pressioni sulla Giunta Comunale hanno portato al diniego della proroga del Piruea che altrimenti avrebbe continuato a rinnovarsi all’infinito. Questa piccola vittoria per noi è molto importante, si tratta di un primo piccolo passo per vedere stralciati i piani di Incos e Cosim che vorrebbero scaricare ulteriore cemento sugli ultimi 6 ettari di verde rimasti inedificati in zona. 

Peccato però che la stessa Incos non si sia nemmeno degnata di completare le opere di urbanizzazione previste proprio dal Piurea: infatti, oltre ad una serie di strade e palazzine dall’utilità piuttosto discutibile, le opere di urbanizzazione prevedevano anche la sistemazione delle aree verdi del quartiere. Tra le opere di urbanizzazione mancanti la parte preponderante è proprio quella relative alle opere verdi, questo a dimostrare ancora una volta il vero volto di chi specula e si arricchisce sui nostri territori. Nelle scorse settimane abbiamo denunciato presso gli uffici comunali competenti tutti i filari alberati mancanti e mai realizzati oltre che le alberature morte e mai sostituite da Incos. Per avere un riscontro basta fare un sopralluogo nel quartiere e rendersi conto della massiccia inottemperanza del privato rispetto alle opere a verde di progetto: in totale le alberature mancanti ammontano a oltre 350 esemplari. Crediamo sia nell’interesse di tutta la cittadinanza la sistemazione delle poche aree verdi rimaste nell’ambito del Piruea Pomari.

tavola n°17 piruea pomari_albereature mancanti

Tavola n° 17 del Piruea Pomari. In giallo sono evidenziati i 350 alberi mancanti

Le aree verdi sono un’opera di urbanizzazione al pari di strade, marciapiedi e sottoservizi, oltre ad essere parte integrante di quanto stabilito nella convenzione stipulata tra Comune e privati nel 2003. Peccato che diventino il fattore più trascurato nella stragrande maggioranza delle nuove lottizzazioni a Vicenza, si pensi al complesso di Borgo Berga dove sono state considerate aree verdi le sponde impercorribili dei fiumi.

Comune e Incos devono essere consapevoli che al completamento delle opere di urbanizzazione dovrà seguire una variante al Piano Interventi che cancelli le edificazioni previste ai Pomari. Basteranno la crisi del mercato immobiliare e le preoccupazioni per un ecosistema sempre più compromesso a far capire al privato l’inutilità e dannosità dei suoi progetti? Se così non fosse si troverà davanti le donne e gli uomini dei Pomari, uniti, compatti e determinati per mettere la parola fine su questa vicenda. Una fine che sarà possibile solo con la creazione del parco pubblico promesso e negato.

 
Pubblicato in Aree verdi, Comunicati, Incos, Piruea Pomari | Lascia un commento

Bilancio partecipativo Comune di Vicenza: vota i progetti su Parco Querini e Bosco di Carpaneda!

14133943308_b3e4274bff_zCarissimi amici,
abbiamo bisogno del vostro importante aiuto e di quello di tanti vostri amici per la realizzazione di due importanti progetti in altrettante aree verdi di Vicenza.
Come saprete, la città di Vicenza ha avviato nel 2016 il Bilancio Partecipativo. Un’occasione per affidare direttamente ai cittadini la possibilità di decidere come destinare una parte delle risorse del bilancio comunale (300.000 €) attraverso un percorso partecipato in cui i cittadini singoli, i gruppi, le associazioni, possono proporre idee da tradurre poi in progetti concreti per la città.

La condivisione dei valori espressi da alcune proposte ci ha spinto a sostenere i progetti di due organizzazioni che hanno a cuore il paesaggio urbano e che si adoperano continuamente per difenderlo e valorizzarlo.

Laboratorio Spazi Rurali e Boschi Urbani, gruppo di cittadini attenti alle tematiche del verde e del paesaggio, ha presentato il progetto n°7: “Bosco di Carpaneda: un Parco Agro-Forestale a Vicenza”. Per scoprire tutti i dettagli del progetto basta cliccare qui: http://www.comune.vicenza.it/file/151320-progetto7bilpart.pdf

Civiltà del Verde ha presentato il progetto n°5: “Facciamo rifiorire le serre! Il parco Querini come laboratorio di cura urbana”. Per scoprire tutti i dettagli del progetto basta cliccare qui: http://www.comune.vicenza.it/file/151317-progetto5bilpart.pdf

Due progetti uniti dalla volontà di porre l’attenzione sul verde pubblico, da quello storico monumentale, della cui conservazione e valorizzazione siamo tutti responsabili, a quello agricolo forestale della Carpaneda, per la qualità del nostro vivere e del nostro paesaggio rurale.

Dall’1 al 15 luglio tutti i residenti nel Comune di Vicenza che hanno più di 16 anni possono votare i progetti presentati da cittadini e associazioni.
Per sostenerci dovete essere residenti nel Comune di Vicenza. Si può votare in forma cartacea recandosi nella sede della propria circoscrizione muniti del codice fiscale oppure online in soli due minuti:

  1. Clicca su questo link per andare sul sito del Comune: https://www.comune.vicenza.it/servizi/bilpart2016/
  2. Accedi al voto online cliccando “rispondi al questionario” e avendo a portata di mano il tuo cellulare e il codice fiscale
  3. Vota i nostri progetti selezionando “Progetto 5: Facciamo rifiorire le serre! Il parco Querini come laboratorio di cura urbana” e “Progetto 7: Bosco di Carpaneda: un Parco Agro-Forestale a Vicenza

Poichè vanno votati obbligatoriamente due progetti ti chiediamo di sostenere le nostre proposte:

  • il progetto n.7 “Bosco di Carpaneda: un Parco Agro-Forestale a Vicenza”che riguarda l’estrema periferia agricola ad ovest della città. Il Bosco di Carpaneda, nato con una funzione ricreativa, risulta oggi pressoché inutilizzato sotto questo profilo. Per ridare senso a questo patrimonio della collettività si è pensato ad un intervento di riassetto e riorientamento delle sue funzioni, pensando anche alle potenzialità ambientali, didattiche e sportive. Il bosco è parte di uno spazio rurale fortemente caratterizzato nella prospettiva di una “cintura verde” periurbana.
  • il progetto n.5 di Civiltà del Verde “Facciamo rifiorire le serre del Querini”, le serre storiche del Parco monumentale nel cuore della città, ora in stato di grave degrado. Importante è iniziare, almeno con il recupero di una loro parte, quella destinata alle attività culturali/didattiche di cura del verde, con bambini e adulti, per farle diventare il motore del recupero culturale, storico, ambientale e sociale di tutto il Parco.

Vi ringraziamo per il vostro supporto e vi chiediamo di fare girare questo messaggio ai vostri contatti.
Votate e fate votare i vostri amici!
Abbiamo bisogno della vostra collaborazione!

Pubblicato in Comunicati | Lascia un commento

250 persone in corteo, uniti e inflessibili per fermare i cantieri incoscienti

“Parco Subito!”, questo è lo slogan che si è levato a gran voce il 19 marzo quando si è tenuta nelle strade tra S. Lazzaro e i Pomari la grande manifestazione voluta ed organizzata dal comitato in seguito all’assemblea popolare dello scorso febbraio. A fronte di una partecipazione di oltre 250 persone, fra attivisti, famiglie, studenti, simpatizzanti e solidali appartenenti ad altre associazioni e comitati attivi per la salvaguardia dell’ambiente, siamo pienamente soddisfatti dello svolgimento del corteo contro un piano di cementificazione inutile e scellerato il cui fantasma torna a disturbare il sonno degli abitanti di Vicenza Ovest nonostante sia defunto dallo scorso 11 marzo.
Dalla manifestazione è emersa la ferma contrarietà ad ogni progetto di cementificazione e ad ogni altro piano che preveda il sacrificio di spazi, salute e futuro di ogni abitante della città, per tutelare gli interessi delle grandi imprese di costruzione. Abbiamo ribadito l’assurdità nelle interpretazioni delle norme in materia edilizia che prevedono il mantenimento dei diritti edificatori da parte dei privati nonostante i piani siano scaduti e i privati si siano mostrati parzialmente inadempienti rispetto alle convenzioni del Piruea Pomari: questi non sono diritti edificatori, questi sono privilegi e privilegio significa disparità e ingiustizia.
La voce dei Pomari non può essere fermata, né dai giochetti politici, né dai trucchi dell’informazione locale che talvolta passa sotto silenzio importantissimi temi dell’urbanistica per favorire articoli xenofobi confezionati ad hoc per attirare i lettori a scapito della qualità del giornalismo, né tanto meno da un piano ormai decaduto che Incos pretende di portare avanti nonostante l’illogicità di questa corsa al cemento destinata a soffocare il futuro di tutti. Ne tengano conto Giunta Comunale e Incos Italia.
La manifestazione del 19 marzo ci dà la forza per continuare, uniti e inflessibili, verso il perseguimento del nostro obiettivo: fermare il cemento, ai Pomari e altrove.

Pubblicato in Aree verdi, Comunicati, Incos, Iniziative, Piruea Pomari | Lascia un commento

Manifestazione sabato 19 marzo: fermare il cemento è possibile, fermarlo tocca a noi!

Dopo 13 lunghissimi anni è arrivato il game over per Incos! Il piano urbanistico Piruea Pomari finalmente è scaduto e oggi non c’è più proroga che tenga: pochi giorni fa il Comune ha rigettato la richiesta di proroga del piano pretesa da Incos, ma questo non basta. Per cancellare i progetti, infatti, oggi è necessario modificare le previsioni del Pat e del Piano Interventi eliminando così le devastanti previsioni urbanistiche dell’area.

MANIFESTAZIONE
SABATO 19 MARZO, ore 15.00
Concentramento: piazzale della Chiesa di S. Lazzaro, Via da Palestrina, Vicenza.
Fermare la cementificazione, Parco Pomari subito!

Nonostante la mole di locali sfitti in città, anziché puntare sulla riqualificazione urbana, si continuano a portare avanti progetti devastanti come quello dei Pomari. Anche per questo abbiamo indetto una manifestazione per il giorno sabato 19 marzo nelle strade del quartiere: è doveroso riappropriarsi della città per sottrarla dalle grinfie dei palazzinari e da qualsiasi altro tipo di speculazione e devastazione ambientale, per dire un grande no alle colate di cemento in tutta Vicenza, per fermare la cementopoli e il consumo di suolo, per una riqualificazione verde della città, per trasformare i terreni dei Pomari in un grande parco pubblico.

MATERIALI INFORMATIVI PER PUBBLICIZZARE IL CORTEO:
Clicca qui per il volantino b/n da stampare su foglio A4 orizzontale e tagliare a metà
Clicca qui per la locandina a colori da stampare in formato A4 orizzonatale
Clicca qui per leggere il documento completo sulla mobilitazione di sabato 19

locandina con firma1

Pubblicato in Comunicati | Lascia un commento

Il ritorno delle foreste di pianura: workshop 12-13 marzo

ImmagineIl Comitato Pomari, assieme ad altre associazioni, si è messo in moto per dare un contributo concreto, creando un progetto che prevede la valorizzazione del Bosco di Carpaneda. Dal 2004 l’Amministrazione Comunale di Vicenza, attraverso i finanziamenti previsti dall’applicazione della L.R. 13/2003, ha intrapreso l’iniziativa di creare degli ambiti boscati in due terreni comunali in zone periurbane, tra queste, il bosco in località “Carpaneda”. Dopo la messa a dimora, circa dieci anni fa, non è stata fatta alcuna manutenzione per mancanza di fondi.
Il tutto si articola in due parti:
  • Workshop tecnico sui nuovi boschi planiziali con l’intervento di diversi professionisti e tecnici del settore tra cui dottori agronomi e forestali;
  • attività pratica in campo con manutenzione dell’area boschiva abbandonata.

Il workshop intende approfondire l’evoluzione delle foreste planiziali nel Veneto e nel Comune di Vicenza, analizzandone il passato, il presente e le prospettive future. Nel corso della giornata verrà trattato il ruolo dei boschi planiziali nelle reti ecologiche, analizzandone le funzioni ecologico-sociali, il rapporto con gli altri ecosistemi e con l’ambiente urbano. Si parlerà di buone pratiche e di alcune importanti esperienze realizzate in Veneto. Infine verranno affrontati i criteri di manutenzione e le azioni da adottare per una corretta ed equilibrata evoluzione nei boschi di nuovo impianto, con un focus sul bosco di Carpaneda a Vicenza.
A margine del convegno sono previsti diversi momenti dedicati alla manutenzione partecipata del bosco.

WORKSHOP TECNICO SUI NUOVI BOSCHI PLANIZIALI, VICENZA 12-13 MARZO 2016
Sede del seminario tecnico: Sala pubblica ex Circoscrizione 6, Villa Lattes – Via Thaon di Revel n° 44, Vicenza
Pranzo: Azienda Agricola 100 Orti, Strada della Carpaneda n° 29, Vicenza
Ubicazione del bosco: Strada di Carpaneda, Vicenza
Immaasdgine
La partecipazione alle due giornate è libera, per motivi organizzativi si chiede di confermare la propria presenza scrivendo una mail a: comitato.pomari@gmail.com
Pubblicato in Comunicati | Lascia un commento

Sit-in di protesta verso l’incontro con l’Assessore Dalla Pozza e la scadenza del Piruea Pomari

Lo scorso sabato 5 marzo abbiamo organizzato un presidio nella via d’ingresso al quartiere Pomari, sotto uno dei palazzi in gran parte sfitti costruiti dalle società Incos-Cosim. Il presidio ha anticipato l’appuntamento che avremo con l’Assessore Dalla Pozza domani negli uffici del Comune, l’incontro arriva a oltre due mesi di distanza dalla nostra richiesta e a ridosso della data di scadenza del Piruea Pomari, 11 marzo.

Nonostante la mole di locali sfitti in città, anziché puntare sulla riqualificazione urbana, si continuano a portare avanti progetti come quello dei Pomari che prevede la costruzione di un centro direzionale e di due enormi aree commerciali che, irragionevolmente, andrebbero ad aumentare la quantità di spazi di tal tipo in una zona di Vicenza che ha già subito nell’arco di un decennio pesanti modifiche urbanistiche tradottesi principalmente in ulteriori locali sfitti, commerciali, direzionali e abitativi. In questi anni la Giunta Variati non ha mosso un dito per rivedere anni di pianificazione urbanistica destinata solo ad accrescere i profitti privati, anzi ha voluto proseguire in questa dissennata direzione.
Ormai sappiamo bene che tutto ciò non giova alla collettività ma solamente ai giocatori che grazie ai loro soldi riescono a muovere le pedine della cementopoli vicentina.
Tutto questo è inaccettabile, la città non può stare ferma a guardare e subire decisioni che vengono calate dall’alto in sfregio al benessere e al futuro della popolazione; decisioni che vanno esclusivamente a beneficio dei palazzinari che fagocitano profitto a scapito di ambiente e cittadini.
Pubblicato in Comunicati, Incos, Piruea Pomari | Lascia un commento

Appuntamenti verso il corteo del 19 marzo

Per arrivare alla manifestazione abbiamo pensato ad un percorso a tappe che vi presentiamo di seguito:

Presidio alla rotatoria tra via Fermi e viale S. Lazzaro sabato 5/03 h 15.00

Momento informativo con volantinaggio e striscioni nei pressi della rotatoria d’ingresso al quartiere dei Pomari. Vi aspettiamo


Scadenza del Piruea Pomari 11 marzo

Il giorno 11 marzo scadrà il famigerato Piruea Pomari che nel 2003 diede il via alle colate di cemento volute dalla società Incos. Oggi a distanza di 13 anni abbiamo finalmente la possibilità di ripensare lo sviluppo dell’area tra Via Fermi e Auchan, per noi lì può trovare spazio solo un grande parco pubblico ma per ottenerlo dobbiamo lottare e far capire al Comune e Incos che rifiutiamo le loro speculazioni. Quel giorno ci sarà una conferenza stampa in cui presenteremo il corteo del 19/3.


Workshop tecnico dedicato ai boschi di pianura e alla zona Carpaneda 12 e 13 marzo

Abbiamo contribuito in prima linea ad organizzare queste due giornate di studio e di lavoro. Nei prossimi giorni pubblicheremo una locandina con il programma dettagliato.


Fermare il cemento è possibile, fermarlo tocca a noi! 19 marzo h 15.00 Manifestazione: Parco Pomari subito!

Sulla nostra pagina facebook abbiamo già pubblicato la locandina della manifestazione, a breve arriveranno le locandine e i volantini, chi volesse darci una mano nella distribuzione del materiale può contattarci. L’appello per il 19 marzo potete leggerlo sempre sul nostro sito cliccando qui, vi chiediamo di aiutarci a diffonderlo!

Pubblicato in Comunicati | Lascia un commento